AGCOM: TAVOLO PLURALISMO E PIATTAFORME ONLINE, GIORNATE DI FORMAZIONE DEDICATE AI GIORNALISTI

Con la giornata di formazione “Strumenti e metodi di contrasto alla disinformazione online”, che si è tenuta oggi presso la sede dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, ha preso il via un ciclo di seminari volto a sensibilizzare e formare i giornalisti sulla dimensione tecnologica della disinformazione online e sui relativi metodi di contrasto esperibili da chi esercita la professione giornalistica. L’evento, organizzato in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti del Lazio e Centromarca, ha visto la partecipazione di oltre sessanta giornalisti e professionisti della comunicazione e gli interventi di esperti che, nel corso di questo anno, hanno collaborato a vario titolo alle attività del Tavolo Pluralismo e Piattaforme online.

Nel suo intervento di apertura, il Presidente dell’Agcom, Angelo Marcello Cardani, ha ricordato l’impegno dell’Autorità nella promozione di un approccio regolamentare coordinato con gli attori del sistema dell’informazione online nell’attuale fase di evoluzione del settore, nonché l’importanza di una rivalutazione della professione giornalistica nel contrasto ai fenomeni rilevanti di disinformazione online, oggetto di analisi e monitoraggio da parte dell’Autorità.

Dal canto suo, la Presidente del Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio, Paola Spadari, ha richiamato la necessità di promuovere soluzioni condivise a sostegno della professione giornalistica e dell’indipendenza dei giornalisti, categoria in prima linea nel contrasto alla diffusione di informazioni derivanti da fonti non professionali. Nel richiamare l’attività svolta in qualità di componente del Tavolo Pluralismo in materia di disinformazione commerciale, Ivo Ferrario, Direttore Comunicazione di Centromarca, ha ribadito l’importanza di preservare un corretto legame tra l’attività giornalistica e la comunicazione di impresa, al fine di arginare le strategie di disinformazione che aggrediscono direttamente la brand reputation.

Nelle due sessioni di lavoro, ricercatori ed esperti di data science ed intelligenza artificiale si sono confrontati con i giornalisti che hanno direttamente cooperato con il Tavolo Pluralismo nella ricerca di misure di contrasto alla disinformazione. In particolare, nella prima sessione, dedicata alla dimensione tecnologica del fenomeno, Walter Quattrociocchi dell’Università Ca’ Foscari, ha illustrato i risultati delle ricerche svolte sulle dinamiche di polarizzazione degli utenti intorno alle notizie false che possono condizionare l’efficacia degli strumenti utilizzati nel contrasto alla disinformazione. Luisa Verdoliva dell’Università Federico II, ha invece presentato i principali strumenti fondati sull’utilizzo dell’intelligenza artificiale nella verifica delle immagini contraffatte che possono trovare impiego nell’attività giornalistica. Nel corso della seconda sessione Francesco Giorgino, Marco Pratellesi e Andrea Barchiesi si sono confrontati sulle problematiche e le possibili soluzioni attivabili dai giornalisti.

Il Commissario Mario Morcellini, cui erano affidate le conclusioni, ha invece illustrato i punti chiave su cui sviluppare l’impegno comune di Agcom e dei giornalisti nella lotta alla disinformazione online.

Profilo ufficiale dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. #Agcom

Profilo ufficiale dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. #Agcom